Roma, terrazza quartiere Parioli

Appena sono entrata in questo appartamento romano, sono rimasta colpita dalla chioma della conifera che si intravede oltre il lucernario e inondava la stanza. Ho usato la stessa forma morbida e la testura filiforme del fogliame del pino nano, facendo in modo che le due chiome si incontrassero attraverso i nostri sguardi.

Piante: Acer palmatum Sango Kaku, Acer rubrum, Pino mugo ‘Gaelle Brégeon Bambino’, Viburnum tinus, Stipa tenuissima.